Blog

Mantova Maker Days: paesaggi presenti e futuri di cre-attività!

dscn849042 persone impegnate nella realizzazione dell’evento, 9 realtà con funzioni di promozione, sponsor tecnici e patrocinatori, 10 partner, 3 finanziatori. Questi i numeri che hanno dato vita a MANTOVA MAKER DAYS e ai suoi veri e propri paesaggi di cre-attività che il 25 e 26 novembre hanno abbracciato gli spazi del Mantova Multicentre.  Protagonisti indiscussi della manifestazione sono stati i giovani con la promessa che questo è stato solo l’inizio e che ci saranno nuove tappe con altrettante nuove sorprese.
dscn8485

Sul podio dell’attenzione gli spazi espositivi che hanno regalato agli occhi dei visitatori diverse proposte curiose riguardanti anche tessuti, riproduzioni, costruzioni, strumentazioni. Tra quest’ultime, ad esempio, una consolle per il controllo luci in ambienti di spettacolo come teatri a cura del prof. Canali e grazie al lavoro di due quinte dell’Istituto Leonardo Da Vinci. Non è mancata la creatività anche per il settore moda con la realizzazione di capi da parte di classi quinte stavolta del Bonomi Mazzolari in sinergia con l’azienda Epico e in collaborazione con la Coop. Santa Lucia e Amici di palazzo Te.

Altro tassello prezioso è stato rappresentato dai laboratori che hanno coinvolto numerosi studenti di età diverse attirando l’attenzione di visitatori e giornalisti. Uno di questi, dal titolo “Modellistica for dummies”, è stato condotto da Giulia Flavia Baczynski del Laboratorio modellistica del Polo territoriale di Mantova-Politecnico di Milano. A questo proposito racconta: “Insegniamo agli studenti a costruire un modello architettonico ad incastri, un vero e proprio puzzle in 3D, in questo caso del Castello di San Giorgio. Si tratta di un laboratorio di montaggio guidato prendendo come riferimento il modello originale del laboratorio di modellistica”.
dscn8488Un altro aspetto importante da sottolineare è che quando si parla di maker non si deve pensare a un’identificazione esclusiva con il digitale quanto piuttosto a un intreccio con diversi ambiti ricordando che il “fare” ha bisogno di contenuti. Per questo restano necessarie più che mai figure professionali ed esperti appartenenti al mondo umanistico, culturale, artistico e anche sociale perché l’ambito maker si nutre di questi preziosi contenuti con un obiettivo costruttivo. E Mantova Maker Days vuole portarlo avanti anche in futuro.