News

FabLab e Capitali della Cultura: il futuro si crea adesso… insieme!

fablab_-insiemeMaker non fa soltanto rima con “fare”, “produrre”, “costruire” ma soprattutto con creare e in questa azione costellata di intenti prende quota tutto il mondo della sinergia. Proprio da qui scaturisce la sintonia che ha contraddistinto le varie realtà maker italiane che hanno partecipato a MANTOVA MAKER DAYS in occasione dell’evento “Maker e Capitali della Cultura”. Un concetto, quello della sinergia, ribadito da Stefano Baia Curioni, presidente del Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, fin dall’incipit del proprio discorso: “Mi piace che la Capitale della Cultura si relazioni alla capacità di fare e al bene collettivo, in particolare è importante fare insieme”.

7 i FabLab presenti – per altrettante 7 città che sono state insignite del titolo di capitali della cultura – ognuno con una propria storia particolare sul fronte delle origini ma anche dal punto di vista degli intrecci lavorativi e dei progetti in corso. Il FabLab Cagliari nasce ad esempio in una ex tipografia nel cuore della città tanto che prende addirittura vita il kit del “maker cagliaritano” senza dimenticare il pardubot, ossia la stampante per le pardule, come racconta la presidente della realtà Francesca Mereu.

La rete rappresenta la chiave di volta per il FabLab Lecce, con la guida di Cristiano Maci e Luca Ciccarese, portando alla nascita di progetti per non vedenti con monumenti in riproduzione 3D ricordando che la bellezza si può riscoprire ed evocare al di là di certe barriere. L’importanza dell’agire sinergico è stato ribadito anche da Milena Casamassima di OpenLab Matera che opera insieme agli altri FabLab della Provincia come un FabLab Diffuso capace di fare insieme.

Progetti altrettanto importanti legati all’ambito sanitario e in particolare al mondo della disabilità sono, sempre ad esempio, quelli sviluppati dal Santa Chiara Lab Siena, guidato da Patrizia Marti: uno tra gli altri la creazione di abiti che consentono alle persone sorde di sentire le vibrazioni.

Ci sono poi FabLab connessi fortemente al mondo culturale, alla conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico come: ABA FabLab Perugia,dove Giovanni Sciarra e Giacomo Pagnotta operano in sinergia con l’Accademia delle Belle Arti, FabLab Mantova guidato da Cristiana Giordano e impegnato nella digitalizzazione del patrimonio dei Musei Civici mantovani con un numero sempre crescente di studenti in alternanza, You Lab Pistoia che, come ha raccontato Cristina Bambini, si propone quale polo innovativo per la sperimentazione all’interno di un posto privilegiato come la biblioteca comunale.

Storie diverse e tutte originali, come si diceva, ma con un’unica strada da percorrere insieme: quella della sinergia. E proprio MANTOVA MAKER DAYS ha orgogliosamente rappresentato uno dei primi step di avvio per un progetto condiviso che vede nella sinergia il suo primo ingrediente, come evidenzia Cristiana Giordano, presidente dell’Associazione FabLab Mantova: “È stato un momento molto produttivo e interessante per conoscersi, confrontarsi e scoprire come colleghi lontani territorialmente portino avanti iniziative e attività in realtà vicine tematicamente. Questo grazie alla creatività, al leitmotiv della cultura e alla consapevolezza di essere FabLab attivi in una Capitale della Cultura, italiana o europea, senza differenza”. Non mancano infine importanti anticipazioni: “Diverse attività sono già in cantiere: eventi, mostre e perfino giochi capaci di comunicare e far conoscere in un solo progetto la storia, le tradizioni e il patrimonio di tutte le città Capitali della Cultura 2015, 2016, 2017 e 2019, con la positività di attivare un sistema implementabile in grado di attrarre sempre più realtà. Per la prima volta le Capitali possono unirsi grazie a un progetto nato dal basso con l’impegno dei FabLab”.

I maker days… non si fermano!

Read more

Mantova Maker Days: paesaggi presenti e futuri di cre-attività!

dscn849042 persone impegnate nella realizzazione dell’evento, 9 realtà con funzioni di promozione, sponsor tecnici e patrocinatori, 10 partner, 3 finanziatori. Questi i numeri che hanno dato vita a MANTOVA MAKER DAYS e ai suoi veri e propri paesaggi di cre-attività che il 25 e 26 novembre hanno abbracciato gli spazi del Mantova Multicentre.  Protagonisti indiscussi della manifestazione sono stati i giovani con la promessa che questo è stato solo l’inizio e che ci saranno nuove tappe con altrettante nuove sorprese.
dscn8485

Sul podio dell’attenzione gli spazi espositivi che hanno regalato agli occhi dei visitatori diverse proposte curiose riguardanti anche tessuti, riproduzioni, costruzioni, strumentazioni. Tra quest’ultime, ad esempio, una consolle per il controllo luci in ambienti di spettacolo come teatri a cura del prof. Canali e grazie al lavoro di due quinte dell’Istituto Leonardo Da Vinci. Non è mancata la creatività anche per il settore moda con la realizzazione di capi da parte di classi quinte stavolta del Bonomi Mazzolari in sinergia con l’azienda Epico e in collaborazione con la Coop. Santa Lucia e Amici di palazzo Te.

Altro tassello prezioso è stato rappresentato dai laboratori che hanno coinvolto numerosi studenti di età diverse attirando l’attenzione di visitatori e giornalisti. Uno di questi, dal titolo “Modellistica for dummies”, è stato condotto da Giulia Flavia Baczynski del Laboratorio modellistica del Polo territoriale di Mantova-Politecnico di Milano. A questo proposito racconta: “Insegniamo agli studenti a costruire un modello architettonico ad incastri, un vero e proprio puzzle in 3D, in questo caso del Castello di San Giorgio. Si tratta di un laboratorio di montaggio guidato prendendo come riferimento il modello originale del laboratorio di modellistica”.
dscn8488Un altro aspetto importante da sottolineare è che quando si parla di maker non si deve pensare a un’identificazione esclusiva con il digitale quanto piuttosto a un intreccio con diversi ambiti ricordando che il “fare” ha bisogno di contenuti. Per questo restano necessarie più che mai figure professionali ed esperti appartenenti al mondo umanistico, culturale, artistico e anche sociale perché l’ambito maker si nutre di questi preziosi contenuti con un obiettivo costruttivo. E Mantova Maker Days vuole portarlo avanti anche in futuro.

 

Read more

Mantova Maker Days: momenti di fabbricazione digitale nel cuore della città virgiliana!

Lo speciale momento dell’inaugurazione avvenuta venerdì mattina 25 novembre.

“Mantova Maker Days – Momenti di fabbricazione digitale” ha preso il via venerdì 25 novembre nella sede del Mantova Multicentre inaugurando due giorni ricchi di contenuti. Makers, artigianato digitale, cultura, mondo del lavoro e della formazione sono stati i protagonisti indiscussi di questo grande evento all’insegna dell’intreccio tra competenze, sapere e “fare”.

Mantova Maker Days si configura non solo come un importante momento istituzionale strategico per l’aggregazione dei molteplici attori territoriali interessati al tema della fabbricazione digitale ma può essere anche definito un vero e proprio evento collaborativo in cui giovani, maker, scuole, istituzioni e imprese hanno iniziato a cooperare per uno sviluppo condiviso del territorio” evidenzia a questo proposito Andrea Poltronieri, project manager e responsabile direzione della manifestazione.

Il mondo maker non può prescindere dai concetti di produzione, esperienza e innovazione, quindi la rassegna di eventi si divide in due anime principali – spiega Cristiana Giordano, coordinatrice della manifestazione e anche presidente dell’Associazione FabLab Mantova –  Una più esperienziale volta a “produrre competenze” per coloro che desiderano conoscere e approfondire le realtà maker del territorio imparando sul campo. Un’altra, invece, più progettuale e ideata per “innovare in digitale” aperta al futuro e alla rete”.
All’inaugurazione sono interventi Lorenzo Capelli – presidente di PromoImpresa – Borsa Merci, Beniamino Morselli – presidente Provincia di Mantova, Adriana Nepote – assessore all’università e ricerca, innovazione, coordinamento ufficio progettazione europea, Mauro Grandi – docente referente Istituto “E. Fermi”, Andrea Poltronieri – direzione Mantova Maker Days, Cristiana Giordano che ha gestito il coordinamento della manifestazione.
I giovani sono il futuro e punteremo a far diventare Mantova Maker Days un appuntamento fisso sul nostro territorio perché importante dal punto di vista educativo e produttivo” ha evidenziato Lorenzo Capelli. “Resta fondamentale capire come applicare la digitalizzazione ai mestieri tradizionali” ha ribadito Beniamino Morselli, intrecciandosi al tema del lavoro che ha risvolti concreti per il mondo maker. “Il Comune crede molto in questa iniziativa perché permette l’incontro tra conoscenza e sapere fare. Ci sono idee che possono cambiare il futuro” ha sottolineato con entusiasmo Adriana Nepote. Mauro Grandi dell’Istituto Fermi ha infine approfondito l’importanza del “collegamento tra tradizione e competenze intese come realizzazione di progetti e idee”.
Mantova Maker Days… to be continued!

Read more

Mantova Maker Days: momenti di interazione dal vivo!

I laboratori tra i protagonisti del grande evento dedicato alla fabbricazione digitale.

Articolato e accattivante il menù promesso da “Mantova Maker Days” per le giornate di venerdì 25 e sabato 26 novembre con ingresso interamente gratuito. E tra gli ingredienti principali della manifestazione troviamo i laboratori. Emblema del coinvolgimento attivo e del produrre competenze, contribuiranno a sensibilizzare e diffondere competenze e tecnologie maker. In tutto quattro e con altrettanti temi articolati, i laboratori si terranno nell’ampia Sala Ottagono del Mantova Multicentre. “Mai provato lo scanner 3D?”, a cura di Giulio Bigliardi di Makars – Scuola di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali, regalerà, ad esempio, una breve panoramica sulle tecnologie range based e image based oggi disponibili per scansionare un oggetto tridimensionalmente. Tutto questo permettendo ai non esperti di provare ad acquisire dati con lo scanner 3D. “Modellistica for dummies” è il titolo dell’appuntamento curato da Giulia Flavia Baczynski del Laboratorio modellistica del Polo territoriale di Mantova-Politecnico di Milano. Obiettivo cardine: insegnare a tutti che la modellistica può essere anche un gioco serissimo per imparare a costruire architetture in molti modi, dai più semplici ai più complessi, attraverso solidi geometrici, carta e l’immancabile stampante 3D.  L’esperto Emanuele Goldoni, dell’Associazione “Arco”, condurrà invece il laboratorio “Schede elettroniche a confronto” in cui Arduino e Raspberry Pi si confronteranno in una sorta di speciale sfida all’ultimo led. “Un laboratorio irrinunciabile – sottolinea Goldoni – queste schede elettroniche, nate dal sogno di alcuni coraggiosi maker, hanno, infatti, rivoluzionato in pochissimi anni il mondo della didattica, dell’elettronica hobbistica e della prototipazione industriale, vendendo decine di milioni di pezzi in tutto il mondo”. Non poteva poi mancare la “Creatività Maker” in compagnia di Veronica Castellani dell’Associazione FabLab Mantova. Questo laboratorio mostrerà che ognuno può essere un maker attraverso la realizzazione di un oggetto semplice come un addobbo natalizio dando sfogo alla fantasia, dalla mente alle mani.
Il laboratorio mostrerà com’è semplice liberare la propria creatività e fantasia utilizzando la penna 3D – spiega Veronica Castellani – Quest’oggetto con un po’ di pratica e manualità ti permette di dare subito vita ad un’idea! Ed è ciò che faremo il 25 e 26 al MAMU dove ogni partecipante potrà cimentarsi nella realizzazione di un semplice addobbo natalizio… perché chiunque può essere maker!”.
Mantova Maker Days: l’interazione continua!

Read more

Mantova Maker Days: cre-attività in mostra!

Gli spazi espositivi tra gli ingredienti principali della manifestazione. Appuntamento il 25 e 26 novembre nella sede del Mantova Multicentre.

Esperienza, interazione e coinvolgimento. Tre capisaldi che s’intrecciano all’insegna del “saper fare” e perché no, anche e soprattutto del condividere. A partire proprio da questo intento “Mantova Maker Days” propone così i suoi spazi espositivi.  Ad ingresso come sempre gratuito, quest’anima della manifestazione ha tra i suoi obiettivi quello di produrre competenze rivolgendosi a tutti coloro che si sentono maker: sia chi si affaccia per la prima volta su questo mondo, sia chi lo sperimenta da tempo. Ci sarà, ad esempio, lo spazio intitolato “Conosci la FabAcademy” che permetterà l’incontro con la scuola di fabbricazione digitale della rete mondiale dei FabLab. “Maker a scuola” presenterà, invece, i progetti scaturiti dall’intreccio tra queste due realtà sempre a partire dal territorio mantovano. “Alumni maker” si proporrà, inoltre, come un’esposizione degli elaborati prodotti dagli studenti maker degli istituti scolastici mantovani. Non mancherà una postazione di FabLab Mantova che concretizza iniziative all’insegna dell’incontro tra cultura, fabbricazione digitale, formazione e coworking. In occasione della manifestazione sarà possibile informarsi e iscriversi sulle attività dell’Associazione che ha uno spazio tutto rinnovato presso la struttura dell’Istituto “E. Fermi”. Si tocca infine il cuore tematico dell’evento con “Maker in mostra”: esposizione, a cura di FabLab Mantova, delle produzioni 3D realizzate durante l’Alternanza maker 2016 in applicazione al patrimonio culturale mantovano, del gioco “Il percorso del Principe” e dei modelli interattivi dei principali monumenti architettonici cittadini creati per la nostra città nell’ambito di “Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016”. Da segnare sul taccuino degli appuntamenti da non perdere anche quello con il Laboratorio Territoriale per l’Occupabilità, realtà in costituzione nella città virgiliana con l’obiettivo di fronteggiare le sfide didattiche, organizzative, di apprendimento e orientamento sul contesto stesso. Non resta che sperimentare!

Read more

Mantova Maker Days: momenti di fabbricazione digitale all’insegna della cre-attività!

Confronto e coinvolgimento al centro di “Mantova Maker Days – Momenti di fabbricazione digitale” che si terrà venerdì 25 e sabato 26 novembre nella sede del Mantova Multicentre, a partire dalle ore 9 fino alle 18, per due giorni ricchi di contenuti. Makers, artigianato digitale, cultura, mondo del lavoro e della formazione saranno i protagonisti indiscussi di questo grande evento all’insegna dell’intreccio tra competenze, sapere e “fare” con un tocco inconfondibile di curiosità e voglia di scoprire. L’iniziativa propone, infatti, numerosi appuntamenti caratterizzati da mostre, laboratori interattivi per adulti e bambini, spazi espositivi, talk, workshop, atelier e molto altro coinvolgendo un’ampia partnership territoriale rappresentata da enti, imprese e realtà associative.

Questa prima edizione sul territorio virgiliano è concretizzata nell’ambito di “Made in Italy – Make in Mantova”, progetto realizzato con successo la scorsa primavera e promosso dall’Istituto Superiore “E. Fermi” di Mantova in sinergia con il Comune e Provincia di Mantova . Un contributo importante è inoltre garantito dall’attiva partecipazione degli studenti mantovani grazie ad “Alternanza e maker movement”, finanziato da Fondazione Cariverona e Camera di Commercio territoriale che vede come partner in rete PromoImpresa – Borsa Merci e Provincia di Mantova, e con il prezioso sostegno del Piano Nazionale per la promozione della cultura del Made in Italy – MIUR. L’evento fa parte del programma “Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016”.

Articolata la rete di scuole e non solo (Politecnico di Milano – Polo territoriale di Mantova, Istituto Andrea Mantegna, Istituto Bonomi Mazzolari, Istituto Galileo Galilei, Istituto Pietro Antonio Strozzi, Istituto San Giovanni Bosco, Liceo Giulio Romano, Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, FabLab Mantova) che agisce come partner. Tra questi un nuovo fiore all’occhiello: il Laboratorio Territoriale Occupabilità, realtà in costituzione nella città virgiliana con l’obiettivo di fronteggiare le sfide didattiche, organizzative, di apprendimento e orientamento sul territorio stesso.

L’ingresso per entrambe le giornate è interamente gratuito per tutti. “Mantova Maker Days” è inoltre patrocinato da: Confindustria Mantova, API Mantova, Confartigianato Mantova, CNA Mantova. Sponsor tecnico For.Ma – Formazione Mantova. L’evento rientra nella Settimana del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Per conoscere il programma completo visitare il sito web www.mantovamakerdays.it. Per tutti gli aggiornamenti consultare la pagina Facebook: https://www.facebook.com/mantovamakerdays/ Informazioni: info@mantovamakerdays.it

Read more